CRISTINA
Carissima Luana, Non ha idea di quante volte abbia iniziato questa mia letterina, abbandonandola a metà... Volevo scriverla in maniera spontanea, tutta d'un fiato, quando avrei avuto qualcosa da dire... Negli ultimi mesi mi sono trovata a dover insegnare ai miei cucciolini tante cose per gettare le basi di una convivenza serena, però (e lo capisco solo adesso) tutto questo è niente in confronto a quello che loro hanno insegnato a me, rendendomi consapevole del fatto che non sempre le emozioni e i sentimenti necessitano di un'espressione verbale. Sarà per questo motivo che trovo difficile esprimere a parole la mia gratitudine ed ammirazione per quello che Lei fa. Vorrei tanto evitare di tempestarla di banalità, ma penso sia un compito assai difficile (se non impossibile) perciò mi lascerò cadere nella “quisquilia” (a proposito, già che ci sono, le faccia una carezza da parte mia :)) consapevolmente, piuttosto che scivolarne nel tentativo di rendermi originale (cosa che, a quanto pare, sto già facendo, nel caso non se ne fosse accorta, ihih). Scherzi a parte, devo dirle che mi ha dato dei Bulldog... dei Bulldog... Stupendi? Magnifici? Splendidi, favolosi, superbi, eccezionali, grandiosi, straordinari? Dovrei aprire un dizionario per cercare altri sinonimi? Ne aprissi centinaia, non troverei gli aggettivi per descrivere queste creature, divinamente speciali... Ci vorrebbe un epiteto per ogni ruga di Desteny, la personificazione per ogni smorfia di Byron e... per la Emerald invece... No, per lei non c'è bisogno di nessuna figura retorica, perché la Emerald... è un'infinita metafora vivente, per non dire che è semplicemente un angelo... Sa, a volte penso che chiamare loro “cani” sia quasi come chiamare un uomo “primate”. Scientificamente corretto, umanamente... ridicolo (?). Sono un qualcosa di unico e indescrivibile. Impossibile non adorarli. Ma passando dall'affetto alle valutazioni serie ed obbiettive, devo dire, che secondo me, i suoi Bulldog sono i migliori in Italia! Bulldog che mi piacessero tanto ne ho visti solo sui siti di Ocobo, Iceglient, Hobtop etc... In passato ho visitato alcuni allevamenti e pseudo allevamenti... Che dire? Non ci sono paragoni!!! Mi è bastato vedere il suo sito per esclamare “Eccolo! Cercavo proprio questo sito, questo allevamento, questo cucciolo! Si, eccola, la mia cucciola! La mia B&S Airwel, figlia di Sogliola e Caballero!”. E non mi ero sbagliata! Non era la mia prima bulldog, ma la prima bulldog dei miei sogni questo si! Così... bassina, cicciottella, con quella stupenda rughetta sul nasino, un'inarcatura bellissima, le zampette robuste e due fiorellini di orecchie... Non parliamo del carattere poi! Esuberante, giocherellona, buffa, coraggiosa, intelligente, curiosa, intraprendente eeeeeee coccolonaaaa!!! Dopo un paio di mesi infatti, giunsi alla conclusione che un solo B&S non bastava più e fui sostenuta anche da mia madre, ormai follemente innamorata della prima arrivata. Così, il giorno dopo il mio compleanno arrivò quell'angelo di Emerald (ossia la sua Katia). Appena entrata in casa si mise ad abbaiare, in un secondo momento, nel tentativo di trattenerla in braccio, ricevetti il primo “morso” (eh si, incredibile ma vero!). Dopo un paio di giorni però, il diavoletto sparì, lasciando infinito spazio al suo essere angelico. Da allora, quando combina qualche “guaio” (parola grossa) la chiamiamo scherzosamente Katia ;-) Logicamente, come si suol dire, non c'è due senza tre... Il terzo arrivato fu Byron, cioè Baffetto, in arte Michelangelo. Infatti, è un 3 in 1 di nome e di fatto questo cucciolotto! Un mix tra l'intelligentone Byron, il Baffetto-batuffoletto e quell'opera d'arte che sembra veramente un capolavoro di Buonarroti per la sua maestosità! Le giuro, non ho parole per esprimerle la mia gratitudine, quanto apprezzi e ami i frutti del suo lavoro... Negli ultimi mesi mi è capitato di vedere delle pietose imitazioni, vagamente somiglianti ai bulldog; malati, con dei bouquet di problemi respiratori, epiteliali, oftalmologici, accanto a dei proprietari disperati... Che orrore! Prima non ci facevo caso, ma adesso so cos'è un vero BULLDOG INGLESE! E questo grazie a Lei. Non ha idea quanto sono fiera di portarli a passeggio, con la gente mi ferma per strada, ammirando la loro estetica, quella morfologia da paura, l'intelligenza e la dolcezza che spruzzano da tutti i pori, quegli occhioni così pieni d'amore, che rispecchiano la loro bontà d'animo... che a volte però, si accendono di una scintilla euforica, avvertendoci di un imminente tornado... E allora, si salvi chi può! Corse, salti, rotolamenti, tutto condito da emissioni sonore che difficilmente si possono classificare come “abbai”, quei bassi gutturali che solo il bulletto riesce ad emettere! Uno spettacolo insomma! Beh, che dire? In così poco tempo queste creature hanno cambiato la mia vita, l'hanno colorata. Grazie Luana, davvero grazie di cuore per aver reso possibile tutto ciò! Un abbraccio a Lei e una marea di coccole ai suoi “bullini”, “bulletti” e “bulloni”. Con sincero affetto, Cristina, Desteny, Emerald e Byron "