Patologie del Bulldog Inglese: il KILLITAM

In primo luogo occorre ricordare che il Killitam è un farmaco e per questo è molto importante, prima di utilizzarlo, parlarne con il proprio veterinario, farmacista e/o con il vostro allevatore di fiducia per il suo corretto utilizzo. Il Killitam è un tranquillante e sedativo ad uso veterinario, somministrabile per via orale sia ai cani che ai gatti; l'azienda che lo produce è l’AZIENDA TERAPEUTICA ITALIANA - A.T.I. s.r.l. E' reperibile in qualunque farmacia sia in gocce che in compresse ed è acquistabile con ricetta veterinaria ripetibile.

Proprietà farmacologiche: il principio attivo è l'acepromazinamaleato derivato fenotiazinico, impiegata come agentetranquillante-sedativo, pre-anestetico ed antiemetico-antichinetosico. Agisce tramite il blocco della dopamina, catecolamina neurotrasmettitrice a livello encefalico, con effetto depressivo del sistema nervoso centrale che determina nell'animale uno stato di tranquillità associato a rilassamento muscolare e riduzione dell'attività spontanea; possiede inoltre un'attività vagolitica ed attività antiemetica, è utile per controllare il vomito associato al mal di trasporto.

Indicazioni terapeutiche: il Killitam viene impiegato nei casi in cui si ritenga utile ottenere un effetto tranquillante-sedativo (ad esempio: toelettatura, viaggi in auto, visite cliniche su soggetti insofferenti, sedazione di base per interventi chirurgici minori, estrazione corpi estranei, prevenzione del colpo di calore ecc.).

Controindicazioni: i derivati fenotiazinici sono controindicati per controllare i tremori conseguenti ad avvelenamento con esteri fosforici. Posologia e modalità d'uso: la dose da impiegare va scelta in base all'intensità dell'effetto sedativo/tranquillante che si desidera. In via generale il dosaggio richiesto diminuisce con l'aumentare del peso e dell'età dell'animale. E' indispensabile ricordare che l'effetto è strettamente soggettivo, quindi per le prime volte è meglio somministrare dosi minime ed essere consigliati dal veterinario, allevatore o farmacista.

La posologia indicata nel libretto informativo del farmaco è molto alta rispetto a quelle impiegata in via precauzionale nel bulldog inglese in caso di colpi di calore, viaggi in auto, ecc. Ricordiamo quindi che 1 o 2 gocce, nella stragrande maggioranza dei bulldog, sono sufficienti per tranquillizzare il cane. La somministrazione è fatta per via orale, con bocconi di cibo o direttamente in bocca. L'effetto varia da cane a cane e di solito dura circa un paio d'ore, si manifesta con stato di sonno, occhi stanchi, movimenti rallentati.

Per ulteriori e più approfondite informazioni fare espresso riferimento al foglio illustrativo e/o al vostro veterinario, allevatore o farmacista di fiducia.

Leggi anche:

cistiinterdigitali

Otoematoma

demodettica

Patologie oculistiche

pododermatite

VMP articolare

alpeciaciclica

Calore e falso calore